Entro il 27 Dicembre 2018 tutti i soggetti passivi Iva sono tenuti al versamento dell’ACCONTO per l’anno di imposta 2019. L’Acconto Iva è infatti un’ anticipazione sul versamento del saldo che sarà dovuto nell’anno successivo.

I soggetti interessati ed obbligati a tale versamento sono gli operatori economici tenuti ad effettuare, mensilmente o trimestralmente, le liquidazioni periodiche Iva.

Di conseguenza sono esonerati i soggetti che hanno aderito ai regimi fiscali speciali ovvero coloro che appartengono al regime dei minimi e dei forfetari.

Ulteriori casi di esonero ai sensi del DPR 633 del 1972 si hanno per i:

  • Soggetti che hanno intrapreso l’attività d’impresa nel corso dell’anno 2018.
  • Soggetti che hanno cessato la partita Iva e quindi l’attività, prima del 30 Novembre 2018 se contribuenti mensili o prima del 30 Settembre 2018 se contribuenti annuali.
  • Soggetti a credito nell’ultimo trimestre o ultimo mese nell’anno precedente.
  • Soggetti il cui debito non sia superiore ai 103,29 €.

I metodi che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione per il calcolo dell’acconto Iva dovuto sono:

  • IL METODO STORICO
  • IL METODO PREVISIONALE
  • IL METODO ANALITICO

Il calcolo del METODO STORICO prevede che l’Acconto Iva sia pari all’88%  del versamento dell’imposta dovuta o/e effettuata:

  • Nel mese di dicembre 2017 in caso di contribuenti mensili;
  • Dell’importo a debito della Dichiarazione Annuale Iva 2017 in caso di contribuenti trimestrali.

Il METODO PREVISIONALE prevede il calcolo dell’Acconto Iva prendendo in considerazione le operazioni che si ritiene di dover effettuare entro il 31 Dicembre 2018. Con tale metodo l’Acconto sarà pari all’88% dell’Iva che si prevede di versare:

  • Per il mese di Dicembre 2018 se si tratta di contribuenti mensili;
  • Per l’ultimo trimestre (dal 1 Ottobre al 31 Dicembre) del 2018 se si tratta di contribuenti trimestrali.

Il METODO ANALITICO detto anche “Liquidazione Iva Speciale” infine, prende in considerazione le Operazioni Iva effettuate fino al 20 Dicembre 2018. In particolare l’Acconto Iva è pari al 100% dell’imposta risultante a debito fino al 20 Dicembre che tiene conto:

  • operazioni annotate nel registro delle fatture emesse (o dei corrispettivi) dal 1° dicembre al 20 dicembre se si tratta di contribuenti mensili o dal 1° ottobre al 20 dicembre se si tratta di contribuenti trimestrali;
  • operazioni annotate nel registro delle fatture degli acquisti dal 1° dicembre al 20 dicembre se si tratta di contribuenti mensili o dal 1° ottobre al 20 dicembre se si tratta di contribuenti trimestrali.
  • operazioni effettuate, ma non ancora registrate o fatturate, dal 1° novembre al 20 dicembre

A breve vi verrà inviato (se dovuto) l’F24 con il relativo codice tributo 6035 se siete contribuenti trimestrali e 6013 se siete contribuenti mensili da versare entro il 27/12/2018.